Sono nata nell’epoca sbagliata?

Si proprio così, mi sento come se non appartenessi a questa realtà. Non so se mi spiego. Cioè, andiamo… Mi piacciono film antiquati, con dame del 600-700, che vengono chieste in spose ai loro padri da uomini galanti e gentili! E non solo i film, ma anche i libri. Ad esempio amo Jane Austen! È una scrittrice favolosa, la mia preferita. Appartiene a qualche secolo fa, ma scrive in una maniera… Che riesce a farmi immedesimare da subito. I suoi libri mi prendono davvero molto. Forse certe cose possono esistere solo nei film o nella fantasia di chi scrive libri, ma sento comunque di non appartenere a questo mondo così attuale e tecnologico. Come se avessi avuto una vita passata. A voi è mai capitato di sentirvi così? Sono un po’ le domande che mi pongo, ma non trovo risposte. Che fine hanno fatto le lettere scritte a mano con quei modi di scrivere così “ghirigoreggianti”? Sono state davvero sostituite dagli iphone o dagli iPad (e simili)? Che fine han fatto le maniere galanti degli uomini? Ormai in giro si vedono solo persone sgarbate, che non vedono l’ora di prevalicare sull’altro. Un mio amico mi ripete sempre “voi donne avete voluto la parità dei sessi? Adesso di cosa ti lamenti?”, e quando mi pone questa domanda penso sempre che sia davvero idiota. Un conto è essere maleducati, un conto è rispettare l’altro indipendentemente dal sesso, che sia maschio o femmina. E di questi tempi di maleducati se ne vedono troppi, o anche maleducate (perché in giro non ci sono solo i ragazzi così) che si atteggiano in modi poco femminili e alquanto rozzi. Una domanda finale che pongo a tutti quelli che stanno leggendo questo post, a cui non trovo risposta, è: la galanteria è davvero morta e sepolta?